Bike Pride

Bike Pride: orgogliosi di non inquinare

25 maggio 2013 • LocalComments (0)1350

Bike Pride

Ci siamo, domani torna il Bike Pride, l’allegra e festosa parata dell’orgoglio ciclistico. Migliaia di biciclette e curiosi mezzi, rigorosamente a pedali, si daranno appuntamento alle 11 al parco del Valentino; alle 15 il corteo partirà e percorrerà tutta la città per raggiungere il parco Dora dove il sindaco Piero Fassino dovrebbe parlare ai partecipanti.

Manifestare l’orgoglio di essere ciclisti e di aver scelto un mezzo alternativo ed ecocompatibile, sensibilizzare sempre più torinesi ad utilizzare la cara vecchia due ruote alimentata unicamente a muscoli e fiato ma anche fare un punto sulla situazione della viabilità ciclabile nella nostra città con un occhio soprattutto al tema della sicurezza dei ciclisti. Uno sberleffo nella città, più di ogni altra, pensata per l’automobile.

L’edizione di quest’anno si inserisce nei Torino Smart City Days, l’iniziativa che attraverso un fitto programma di eventi punta a stimolare una riflessione sui temi della green economy, dell’ecosostenibilità, della mobilità sostenibile.

Fulcro della giornata di domani non sarà soltanto il corteo ma la discussione sul Biciplan, il piano programmatico vincolante sottoscritto dall’Amministrazione comunale che ha come obiettivo l’incremento del numero dei ciclisti urbani dall’attuale 3,14% ad un 15% entro il 2020. Una sfida ambiziosa che la città e l’amministrazione guidata da Piero Fassino hanno voluto cogliere e che dovranno portare avanti nei prossimi anni mediante interventi materiali e immateriali. Una sfida per portare Torino al livello delle piccole-grandi “cugine” europee.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Seguici su Twitter e Facebook
e scopri quello che non ti aspetti,Bocciofile Torinesi.