mole

La Mole dimezzata

22 maggio 2013 • LifeComments (0)1636

mole

Uno dei dati più evidenti degli ultimi giorni è stata la pesante, monotona, onnipresente pioggia, con annessi raffreddori e malanni legati al cambio di stagione.

Per lamentarsi ancora più clamorosamente del maltempo si potrebbe ricordare quanto è successo venerdì pomeriggio, quando un uragano improvviso ha distrutto un padiglione del Salone del Libro, ma i testimoni potranno assicurare che quanto sta caratterizzando in questo periodo la nostra regione è una bazzecola rispetto al temporale che investi Torino 60 anni fa, più esattamente il 23 maggio 1953.

Ovviamente sarebbe drammatico già se venissero divelti i secolari alberi del Valentino, ma in quell’occasione il maltempo venne addirittura intaccato  il simbolo per eccellenza della  città, la Mole.

Fu infatti a causa di quell’evento che la amatissima Mole perse la sua vetta, staccata di netto dai violentissimi nubifragi della notte.

E come se tutto ciò non bastasse, un bilancio drammatico dal punto di vista architettonico, venne peggiorato dalle 5 persone che rimasero vittime della forza della natura.

Quindi, visto che non c’è limite al peggio, per ora basta lamentarsi e credo che debba valere una regola aurea per i torinesi: quando esci di casa porta sempre l’ombrello.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Seguici su Twitter e Facebook
e scopri quello che non ti aspetti,Bocciofile Torinesi.