IMG_0523

Museo Santarosa

19 maggio 2013 • CommunityComments (0)2573

 

IMG_0523

Confesso, ho fatto le scuole elementari, oggi si direbbe le scuole primarie, nel cuore di Borgo San Paolo, in Via Braccini, alla Santorre di Santarosa, più di 30 anni fa. Oggi ci sono ritornato per l’inaugurazione del museo della scuola, e mi sono emozionato. Certo, il museo è “un laboratorio vivo ed attivo”, testimonia di una scuola in grado di trasformarsi nel tempo, di guidare e allo stesso tempo assecondare le trasformazioni di una società che corre veloce. Eppure guardare gli strumenti didattici che si usavano prima della guerra, le lettere montessoriane, i pennini e la carta assorbente fa un certo effetto in tempi di ipad o di smart phone. e soprattutto mi fa effetto che alcuni di quegli strumenti li ho usati anche io. Tra i reperti esposti, credo sia da segnalare la cassetta con i modellini degli ordigni bellici, che il comune distribuiva alle scuole affinche li mostrassero ai bambini per dissuaderli dal raccoglierne le copie originali che si rinvenivano ancora per le strade subito dopo la guerra. Tra le curiosità le pagelle e le foto degli allievi illustri, tale Rita Pavone, ad esempio, o Maria Teresa Ruta.

La storia della Santarosa è la storia del Borgo San Paolo, fin dagli anni in cui fu costruita, nel 1921, su un disegno di Camillo Dolza. la palazzina è nel classico stile Liberty del periodo, e si mantiene nella forma originale, fatta eccezione una delle ali dell’edificio bombardata nel 1944. Dalla riapertura della struttura, nel 1946, la vita dell’istituto ha segnato le trasformazioni del quartiere e della città, dall’emigrazione dal sud Italia a quella dai paesi extracomunitari. Negli ultimi anni la Santorre di Santarosa è un “laboratorio linguistico permanente”. Eppure uscendo ho la sensazione netta che tutto sia praticamente come lo avevo visto e vissuto io.

diego castagno

IMG_0541IMG_0529IMG_0518

IMG_0532IMG_0526IMG_0531IMG_0527IMG_0507IMG_0544IMG_0523

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Seguici su Twitter e Facebook
e scopri quello che non ti aspetti,Bocciofile Torinesi.