Nadal

La primavera fredda di Nadal.

28 aprile 2014 • SportComments (0)3039

I tornei di Montecarlo e Barcellona hanno regalato molte sorprese, come la sconfitta di tanti big nei primi turni iniziali, ma soprattutto quelle subite da Nadal nei quarti contro David Ferrer a Montecarlo e a Barcellona contro Nicolas Almagro. Avvenimenti questi che fan pensare come il maiorchino quest’anno non avrà vita facile nel confermarsi re di Parigi per l’ottava volta, raggiungendo il record del torneo.

Rivisitando i matches di  queste settimane persi da Nadal, si è potuto riscontrare come i suoi avversari abbiano capito che tenere un atteggiamento passivo contro di lui, risulti inefficace e come al contrario, solo attaccandolo da fondo campo si possa ribaltare il pronostico.

Nadal dispone di una sagacia tattica e preparazione fisica superiori ai vari terraioli, che in questi anni lo hanno visto re incontrastato dei campi rossi, abbinando queste caratteristiche ad uno straordinario diritto, che gli permette di stroncare gli avversari dopo numerosi scambi.

I primi tornei dell’anno hanno mostrato segnali di inversione di tendenza, poiché gli avversari più temibili come Djokovic e gli specialisti spagnoli, hanno compreso che per battere Nadal al Roland Garros, bisogna essere aggressivi nei colpi di diritto e di rovescio, ma soprattutto accorciare gli scambi, come fece Warinka a Melbourne durante gli Australia open.

Roma e Madrid sono le tappe che avvicinano l’evento clou di Parigi, dove Nadal avrà l’opportunità di entrare nella storia, con l’ottavo centro parigino, anche se considerate le sue attuali condizioni di forma, i grandi favoriti per lo slam, risultano Djokovic, Warinka che appaiono più in palla dello spagnolo anche dal punto di vista fisico.

La risposta come sempre sarà data dalla terra battuta, superficie in assoluto più ostica per i tennisti dal punto di vista fisico e mentale.

Per molti bookmakers, tuttavia, Rafa resta comunque il favorito del torneo parigino nonostante i risultati negativi di inizio anno. Gli scommettitori sono convinti che 3 set su 5 sulla terra rossa mieteranno molte vittime prima della finale poiché gli avversari di Nadal non riusciranno a tenere testa fisicamente al maiorchino.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Seguici su Twitter e Facebook
e scopri quello che non ti aspetti,Bocciofile Torinesi.