foto (21)

La tinca e l’asparago

15 maggio 2013 • EatingComments (0)1638

foto (14)

Finalmente una domenica calda, dopo la pioggia dei giorni passati, accoglie la 56° Sagra dell’asparago e della tinca di Poirino.

Perché non citare un po’ di storia? Il primo campo di asparagi a Poirino risale al 1920 presso la Cascina Tetti Elia di proprietà della famiglia Quattroccolo. Negli anni ’50 la coltura raggiunge la massima espansione e, nel 1957, viene organizzata la prima Sagra dell’asparago. Nel 1974, l’Associazione Gruppi Coltivatori Sviluppo di Poirino-Favari contava 40 soci che conferivano il prodotto in un unico punto, per poi lavorarlo e commercializzarlo.

Parlando di tinca gobba dorata del Pianalto di Poirino, non possiamo dimenticarci che si tratta di un pesce diffuso in questa zona già dal periodo Pleistocene; questa varietà si distingue dalle altre per la sua assenza di gusto di “fango” ( la famosa “nitta” del dialetto piemontese” ) che invece caratterizza le altre  poiché nelle peschiere di queste zone si evita che si formi il fondo melmoso.

Durante la mia visita, ho conosciuto diversi produttori agroalimentari, ma non soltanto di asparagi e tinche;  un esempio su tutti merita di essere citato, il birrificio artigianale Q120 di San Damiano d’Asti.

In piazza Italia, nel centro di Poirino era presente la tensostruttura per consumare ogni leccornia dedicata, dal risotto agli asparagi alla tinca in carpione o fritta.

Per il resto, la sagra mi è risultata non troppo strutturata nei suoi contenuti; una nota di merito invece la spenderei per l’associazione dei produttori della tinca che hanno allestito lungo via Rossi vasche con ossigenatori e al loro interno i vari stadi da avannotto a soggetto adulto di Tinca.

 Riccardo. P

foto (35)foto (34)foto (33)foto (32)foto (31)foto (30)foto (26)foto (27)foto (28)foto (29)foto (25)foto (24)foto (23)foto (22)foto (21)foto (19)foto (18)foto (17)foto (16)foto (14)foto (13)foto (12)foto (10)foto (9)foto (7)foto (5)foto (4)foto (3)
Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Seguici su Twitter e Facebook
e scopri quello che non ti aspetti,Bocciofile Torinesi.