museo egizio

Immortali.

4 dicembre 2013 • LocalComments (0)1665

Tra meno di due anni il Museo Egizio si trasformerà. Nell’attesa nuovi ambienti ipogei sono stati aperti al pubblico con l’inaugurazione di un allestimento temporaneo. Il percorso, chiamato “IMMORTALI, l’Arte e i Saperi degli antichi Egizi”, inizia attraversando il cortile del Palazzo dei Nobili e scende nell’ipogeo in cui ci si troverà in una grande sala di circa 1000 mq allestita in stile moderno ed essenziale, facendo dimenticare al visitatore la visione ottocentesca del museo a cui è sempre stato abituato. Si prosegue poi al piano terra nella sala del Periodo Predinastico, per arrivare poi alla Tomba di Kha e infine nello Statutario.

Ammirare la bellezza e la magia dei reperti degli antichi egizi sarà possibile anche per i non udenti grazie a “Google Glass4Lis”, una piattaforma che traduce automaticamente i contenuti in Lis (la lingua italiana dei segni), grazie a un avatar che comparirà nella parte in alto a destra di questo occhiali speciali.  E ne varrà la pena soprattutto per questo particolare  nuovo percorso, che mette in risalto l’importanza, per gli antichi Egizi, del culto dell’aldilà, della “vita oltre la vita”. Tutti noi siamo a conoscenza del rito della mummificazione per preservare il defunto, a cui veniva fornito tutto ciò che poteva essere loro utile dopo la morte; e anche della “pesatura del cuore”: le divinità presiedevano alla cerimonia per decidere se il morto meritava la vita eterna. Il dio Anubis pesava il suo cuore con la piuma della verità: se il cuore era troppo pesante veniva dato al mostro Ammut che lo divorava. Solo in caso di equilibrio il morto aveva diritto alla vita eterna. Di eterno sicuramente ci saranno anche i bei ricordi di chi andrà a visitare il museo.

 

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Seguici su Twitter e Facebook
e scopri quello che non ti aspetti,Bocciofile Torinesi.