castagnata

La sagra del marrone…senza castagne

19 ottobre 2013 • LifeComments (0)1356

Torna per la 52° volta a Villar Focchiardo, in valle di Susa, la Sagra del Marrone. Più di 250 gli espositori, tra castanicoltori, produttori locali, artigiani, imprese e operatori che vivacizzeranno, sabato e domenica, le vie del grazioso paese che sorge ai piedi del Castello dei Conti Carroccio.
L’unico neo? L’ennesima annata nera del raccolto dei marroni. Con un calo della produzione che potrebbe segnare un ulteriore meno 30 per cento.
La colpa? Del Cinipide Galligeno,la temibile vespa cinese parassita che da alcuni anni attacca i castagneti piemontesi e valsusini. Ma anche nel clima e nelle condizioni meteo sfavorevoli della primavera e dell’inizio estate. Le piogge persistenti e le temperature insolitamente fredde hanno compromesso la fioritura dei castagni. Conseguenza: poche castagne sui banchi della Fiera.
Ma Comune, Pro Loco, associazioni, volontari e coltivatori non si sono fatti prendere dal panico . E sono pronti a tutto pur di dar vita all’ennesima Sagra dedicata al frutto autunnale.
In programma i concorsi con i coltivatori che si sfidano a colpi di marrone nelle sfide del “peso” e delle “confezioni” . Parecchie anche le iniziative “collaterali”, sotto gli occhi dei celeberrimi “Pero e Gepa” (lo Desbator e la Rapoloira) nei tipici costumi del Paese e accompagnati dalle e note di “Barbis du Vilè” , i “Brusatairo” nei due giorni prepareranno le caldarroste per i visitatori.
Prevista la consueta vendita di marroni freschi e prodotti derivati a cura della Cooperativa “La Maruna” con la presenza dell’Associazione Produttori Marroni Valle di Susa. E poi ci sarà la consueta ristorazione a base di marroni e dolci stuzzicanti nel centro del polivalente.
Lungo le vie, gli intagliatori del legno delle associazioni di di Bussoleno, Montalto Dora, Pont Saint Martin e Rivoli dimostreranno en plein air la loro abilità nel costruire forme e oggetti. Spazio anche alla musica, con il ritorno della “Dirty Dixie Jazz Band” dixieland jazz – street entertainement – marching parades e del gruppo “Wigel Wogel Orkester” con musica sloveno-tirolese.
Non mancheranno ambientazioni di vita medievale grazie alla “Lancia di San Michele” mentre la Scuderia del Biancone offrirà l’opportunità di un “battesimo” della sella e, alla Giaconera, andranno in scena “prove di aratura” con antichi trattori. Spazio anche alla fotografia, con la mostra su Chernobyl nel centro anziani e alla pittura, con la mostra “Ratatouille” di Paola Colombi.
Intanto nel Parco Giochi “De Andrè” ci saranno tappeti elastici “jump evolution” e mountain bike con l’associazione Biketrack. Per tutta la durata della Sagra saranno aperti il Parco avventura, l’area campo calcio, l’ area camper, il Dream Land Relax Bar – Lounge Park
Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Seguici su Twitter e Facebook
e scopri quello che non ti aspetti,Bocciofile Torinesi.