DSC_0051

La battaglia dei cuscini

15 settembre 2013 • EntertainmentComments (0)1788

DSC_0051

Tutto pronto per la battaglia dei cuscini: i bimbi in pigiama, suddivisi in quattro squadre, scalpitano ai bordi del tappeto blu, e le animatrici dello staff della festa, anche loro in pigiama, spiegano le regole e tengono a bada gli atleti che si affronteranno sul “ring”  a colpi di cuscino. Le squadre sono quattro. I pirati, con la bandana in testa, il capitano è Jessica. I rapinatori, con una calza collant copricapo, caposquadra Giorgio. La terza squadra è quella degli impiegati, con cravatta annodata intorno alla testa, caposquadra Elena. Ultima, ma non ultima, i nuotatori, con cuffia d’ordinanza e alle dipendenze di Selena. L’arbitro fischia e via si parte. I bimbi in pigiama si prendono a cucinate, delicatamente, va detto, un pò frastornati dalle macchine fotografiche di mamme e papà che riprendono la scena entusiasti. L’arbitro a bordo ring controlla la regolarità della gara. I genitori intorno che fanno il tifo. Inizia con il pomeriggio dei giochi per i più piccoli il Pigiama Street Party di Borgo Tesso, l’affascinante trilatero incastrato tra i palazzoni della Spina, il retro del supermercato e della Stazione Dora, e la vecchia Ferrovia che costeggiava Via Stradella. Nel frattempo, mentre i bimbi giocano, i writer di “Artefatti” disegnano, con le loro bombolette di vernice, i cassonetti dell’immondizia di ferro della Via Giachino, e i musicisti di Mito si esibiscono, in attesa del Pigiama Street Party di questa notte. Nel frattempo riusciamo anche a fare un giretto per le vie del Borgo, fra le case basse e le vecchie boite che ormai non ci sono più. Oggi a Tesso molti autoriparatori e una associazione di cittadini e residenti infaticabile che crea eventi, costruisce opportunità e iniziative per dare un nuovo slancio alla Via Giachino ancora fresca di restauro, salvando per quanto possibile la antica identità. E i primi risultati faticosamente e gradualmente si vedono, oggi in Via Giachino ci sono locali, ristoranti e laboratori di arte, nuovi utenti e uno spirito di gruppo, o di borgo, che raramente altrove si percepisce.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Seguici su Twitter e Facebook
e scopri quello che non ti aspetti,Bocciofile Torinesi.