Lavoisier

Lavoisier: il chimico che perse la testa

8 maggio 2013 • OpinioniComments (0)1725

Lavoisier

Torniamo all’8 maggio 1794

«Alla folla è bastato un solo istante per tagliare la sua testa; ma alla Francia potrebbe non bastare un secolo per produrne una simile. »

Queste furono le parole del famoso matematico Torinese J.L. Lagrange dette sulla decapitazione di Antoine Lavoisier.

Antoine Lavoisier fu uno dei più grandi chimici di tutti i tempi, fra le sue scoperte più importanti ricordiamo, tutte scaturite dai suoi esperimenti sulla combustione, ad esempio che intuì per primo che una molecola di idrogeno unita all’ossigeno crea acqua; studia inoltre il ruolo dell’ossigeno in relazione alla respirazione di piante ed animali e scoprì il ruolo fondamentale dell’ossigeno nel processo della combustione,l oltre a contribuire con la nomenclatura di molti elementi. Tuttavia la sua scopertà più importante è quella sulla conservazione della massa anche in seguito a reazioni chimiche, sintetizzata nella famosa massima “ Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”.

Ma, allora, perchè perse la testa? Ovvio, era un nobile, e durante la Rivoluzione Francese non andavano molto per il sottile; inoltre, a causa della sua passione per la legge, già a 28 anni era diventato un esattore per le tasse.

Ma tutto questo non bastò.

Il merito finale spetta al famoso Jean-Paul Marat, l’Amico del Popolo, che,  dopo che gli fu rifiutato proprio da Lavoisier l’accesso all’Accademia delle Scienze, perchè lo riteneva poco geniale, denunciò il chimico con l’accusa di aver venduto tabacco annacquato.

Alla fine, il fumo uccide anche un chimico geniale.

Elisa T.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Seguici su Twitter e Facebook
e scopri quello che non ti aspetti,Bocciofile Torinesi.