IMG-20130612-WA0001

Revigliasco mangia per strada

13 giugno 2013 • Food&WineComments (0)2082

IMG-20130612-WA0001

Che bella la riviera torinese, ovvero la parte di collina che comprende Pecetto e Revigliasco. Così chiamata perchè effettivamente d’inverno possiede un clima mite rispetto alla pianura e alla sua città, tanto che qui prosperano piante tipiche della macchia mediterranea come l’ulivo.

Mi trovo a passeggiare con la macchina lungo strade collinari che portano da Moncalieri a Revigliasco in una giornata che veramente sà d’estate, con il suo odore di erba e fiori che a molti fa prudere il naso.

Bene eccomi arrivato a Revigliasco, paese della collina moncalierese a ridosso del Colle della Maddalena a 15 minuti di macchina dal centro di Torino.

Qui la via principale non poteva che essere intestata a Beria, noto ed illustre concittadino.

In verità questi posti già li conoscevo in gioventù e ora da buon torinese come potrei mai non frequentarli?

Ebbene si, sono qui per la 5° Mangiar per Strada; sono arrivato un po’ prima delle ore 20, volevo vedere e passeggiare nel centro storico e sentire veramente la tranquillità di un paese fuori porta. Mentre faccio la gincana tra i tavoli elegantemente apparecchiati con tovaglie bianche, vedo sopra la mia testa teli bianchi che mi ricordano le cene open air delle isole greche. Avvicinandomi al centro storico, sento un odore del cibo di una volta che mi spinge fino all’ingresso della taverna di Fra’ Fiusch ( www.frafiusch.it ). Ecco si è propio la taverna che servirà più di quattrocentocinquanta pasti a sedere, con un menù di tutto rispetto.

Che cosa aggiungere della Taverna, se non altro che è una garanzia da più di 13 anni e che il titolare Ugo Fontanone, spesso è coinvolto in iniziative enogastronomiche di Eataly.

Il menù consiste in un’asparagiata con il Lard ‘d Muncalè e spuma di formaggio di malga, uno sformato di salsiccia di Bra e melanzane, tagliatelle con ragù bianco e fave fresche, galletto di Bresse arrostito e per finire una meravigliosa crostata di ciliegie della collina torinese il tutto annaffiato da un ottimo barbera d’ Asti. Mentre per i bambini, una quindicina, con menù a loro dedicato, intrattenuti con animazione a cura di “Teatrulla” nel cortile della parrocchia.

Durante tutta la serata, la cena è allietata da un gruppo che suona musica d’autore, si spazia dagli anni cinquanta fino ad arrivare ai giorni nostri e devo dire che è  veramente un valore aggiunto a questa splendida cena in una sera veramente e finalmente d’estate.

Riccardo P.

IMG-20130612-WA0021IMG-20130612-WA0025IMG-20130612-WA0024IMG-20130612-WA0008IMG-20130612-WA0007IMG-20130612-WA0022IMG-20130612-WA0023IMG-20130612-WA0009IMG-20130612-WA0010IMG-20130612-WA0014IMG-20130612-WA0013IMG-20130612-WA0016IMG-20130612-WA0017IMG-20130612-WA0011IMG-20130612-WA0012IMG-20130612-WA0015IMG-20130612-WA0018IMG-20130612-WA0019IMG-20130612-WA0020
Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Seguici su Twitter e Facebook
e scopri quello che non ti aspetti,Bocciofile Torinesi.