gtt

Il bus ritarda? Ti rimborsano

10 giugno 2013 • La città che cambiaComments (0)1759

gtt

Tracce di redenzione nel sistema dei trasporti torinesi. Se l’autobus o il tram ritardano Gtt rimborserà con un buono da 3 euro, spendibile per tutti i servizi offerti dal Gruppo (inclusi parcheggi, ascensore della Mole Antonelliana e battelli del Po), i malcapitati passeggeri.

Il Comune, Gtt e le associazioni dei consumatori hanno definito un protocollo per indennizzare chi è costretto a fare i conti con i ritardi, non certo infrequenti, dei mezzi pubblici. Il rimborso scatta per un ritardo superiore ai 15 minuti di ritardo per i bus a intervallo, oltre i 30 minuti per quelli a orario e oltre i 45 per i tram. Stesso discorso in caso di guasto alla metropolitana con sospensione del servizio qualora non vengano attivate tempestivamente navette sostitutive.

Un sistema informatico di rilevamento monitorerà la rete del trasporto pubblico locale per tenere sotto controllo eventuali ritardi e disguidi. Ottenere il rimborso è facile. Occorre presentare reclamo entro cinque giorni dal momento in cui si è verificato il ritardo. Il reclamo deve essere presentato via posta elettronica all’indirizzo gtt@gtt.to.it, a mezzo fax al numero 011.57.64.961 o direttamente sul sito www.gtt.to.it dove sono reperibili tutte le informazioni del caso.

Un’iniziativa che piacerà molto ai pendolari e a chi tutti i giorni preferisce i mezzi pubblici alla propria auto e che si inserisce in un’ottica di razionalizzazione e miglioramento del servizio di trasporto pubblico locale.

Alessandro P.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Seguici su Twitter e Facebook
e scopri quello che non ti aspetti,Bocciofile Torinesi.